venerdì 29 agosto 2008

Burattini

Ho visto (non che sia nuovo) lo spot di wake up, su Mtv.
La tizia assonnata che fa colazione con latte, pane e marmellata.
Spalma la marmellata sul pane, a fatica. Poi c'ha un colpo di sonno e la fetta le cade. Dalla parte della marmellata, ovviamente (chissà quanto hanno provato per riuscire a girare quella scena).
Ora, è provato. Le sostanze bisogna conoscerle. È evidente che c'ha bisogno del caffè, appena alzata, non di farina e zucchero raffinati.
Ma ovviamente divago.
In realtà ero qui per scrivere di una delle storie di Fables. La marcia dei soldatini di legno.
La storia è lunga, anche interessante. Ha a che fare con la candidatura del principe Azzurro a sindaco della comunità delle favole, il ritorno di Cappuccetto Rosso (ma di lei parleremo dopo), Pinocchio e tanti strani tizi di legno animato che sembrano conoscerlo, sembrano avere un atteggiamento di superiorità nei confronti dei tizi di carne, sembrano cattivi e lo sono.
È la storia di un passaggio tra il nostro (si fa per dire) mondo e il mondo delle fiabe che viene forzato.
È la storia di uno scontro tra Baba Yaga e la strega della foresta (avete presente quella che mangia i bambini? Quella che non si sa mai come si chiama?). Una bella storia d'azione e d'avventura, in cui il pericolo viene da direzioni inaspettate.
Il principe si rivela un abile stratega, Cappuccetto Rosso si rivela un'altra, non quella della fortezza.
Ovviamente Bianca e il lupo (che chiamano Luca) l'hanno sgamata subito, ma non ci vuole molto, loro sospettano di chiunque. Inoltre tutto era troppo perfetto nella sua fuga.
Apprendiamo inoltre un po' di cose sul funzionamento delle favole (ad esempio, poco dopo la morte di Orsetto, mamma orsa resta incinta).
Cmq la marcia dei soldatini di legno resta una buona storia, avvincente e piena di sorprese.
Altre fave a mollo.
Da leggere.

3 commenti:

LauraLoves ha detto...

Se non fosse stato mentre giravano la scena, la fetta sarebbe senza meno caduta a marmellata in giu'. Ma volendola far cadere in quel modo di proposito, immagino che gli ci saranno voluti diversi tentativi prima di riuscire. Alla legge di Murphy difficilmente si sfugge :)

Ti ricordo che hai affermato (altrove) che tu non divaghi :]

Oh, il lupo Luca!!! Spero d'incontrarlo un giorno.
Bianca e' l'altro mio secondo nome, dopo tutto.
Il primo secondo nome e'...Elfa.
Penso che un posto nelle favole mi spetti di diritto. No? :)

giuseppe ha detto...

Quindi conosci la serie?
Elfa Bianca
penso che con un nome così qualcosa si potrebbe combinare

Mi sono contraddetto? Molto bene. Io mi contraddico.

Walt Whitman

LauraLoves ha detto...

No, non conosco la serie (che suona peraltro molto carina), ma un lupo che si chiama LupoLuca e a cui non sfugge nulla...is sooo cute!!!
Mi puoi dare qualche informazione su questa fiabe, cosi' magari ne leggo qualcuna?

Elfa e Bianca erano i nomi delle mie due nonne, che mi sono stati assegnati al momento del battesimo.
Interessante, no? La gente normale dopo il battesimo diventa ufficialmente figlia di Dio. Io sono diventata Elfa Bianca.

Ti contraddici? Molto bene.
Sappi pero' che io sono come il LupoLuca :)

A proposito, LupoLuca ed Elfa Bianca vanno benissimo insieme. Ma LupoLuca e LauraLoves vanno altrettanto bene. Anzi, foneticamente anche meglio.
Lo devo decisamente incontrare 'sto LupoLuca :)