martedì 19 agosto 2008

di nuovo hellblazer

C'eravamo fermati a causa dei numeri che mi mancavano e che mancavano anche dalla biblioteca delle nuvole.
Stando alle conoscenze (certo, magari manchevoli) mie e di tutti quelli che ho sentito (e tra tutti facciamo una buona cultura fumettistica) in Italia sta roba non si è mai vista. In inglese non ce li ho. Quando la Comic Art ha sospeso la collana ed io ho iniziato a prenderla in lingua erano numeri già vecchi.
Approfitto della ristampa della Planeta, mi pare più facile.
Dovrò aspettare qualche mese a colmare il buco e proprio da questo numero non arriva più nella mia edicola di fiducia (manco a Truman giocavano scherzi del genere, solo che qui è vero, nessuno sceneggiatore può essere tanto stupido da replicare sta scenetta più o meno sistematicamente).
Della storia di Gaiman avevo già parlato. Partiamo dalla storia del family man (qui non l'hanno tradotto).
Intensa e dura. Per molti versi parla del rapporto col padre. Sono due Costrantine, i rapporti non saranno mai facili. Ma anche col serial killer è un rapporto dello stesso genere.
Non è un suo avversario usuale, deve usare armi più convenzionali e a conti fatti il nemico lo manovra, lo provoca fino all'inevitabile finale.
Ma in qualche modo John provoca la morte di suo padre.
Una storia dura, con un personaggio spesso e che ha lasciato da qualche parte un bel po' della sua spacconeria.
Ai bimbi immaturi che popolano sto pianeta sto personaggio più fragile e più forte non è piaciuto, io credo, invece, che sia una delle migliori storie di Costantine.
Dicevamo anche, svariati post fa che questa storia fa crossover con Sandman.
Family man doveva essere l'ospite d'onore al primo raduno dei serial killer. Ovviamente impedito ad arrivare verrà rimpiazzato dall'auto invitato Corinzio.
L'incubo dei sogni di sangue. E dal suo padrone e creatore, Morfeo, il signore dei sogni, che lo caccia.
anche quella è una bella storia. Dovrei averne già parlato.

Nessun commento: