sabato 8 marzo 2008

quasi


Però c'ho provato.
Purtroppo ho i dischi pieni, perché l'Ermi me ne ha suggerito uno. Mi servirebbe però un buono scontornatore.
Ci devo pensare su.
Intanto proseguiamo con le cose serie.
Intanto, se proprio di cose serie si deve parlare, esco a fa' la spesa, che è ora.
Voi non vi accorgerete della pausa, ma essa è esistita.
Un po' come molte delle cose della politica italiana.
Chissà se era di questo che parlava chi diceva che la realtà è più complessa di quello che appare?
Fatto. Mentre ero fuori il computer ha deciso di andare a vedere se c'erano aggiornamenti da java da fare (non preoccupatevi, lo fa anche sul vostro, se non vi chiede niente, è perché questa è la modalità standard di winzozz). Al comparire della mascherina di istallazione c'era la pubblicità della nuova versione Open Office. Mi spiace, cara Sun, ma l'ho giusto istallata ieri. La precedente non era più tanto stabile.
Comunque, appena dopo l'occupazione della Pantera, sembrava che il tempo non finisse mai.
Non so a voi, ma io avevo una energia e una voglia di fare enorme e niente da fare. All'inizio provammo a occupare l'ex-saffa. A dir la verità provarono, io arrivai a cose già fatte.
Però le dinamiche dell'occupazione una cosa è reggerle come mezzo e una cosa come fine. Scoprii presto che come fine non mi si confacevano più di tanto. Inoltre l'Exxaffah durò lo spazio di un mattino e dopo restava solo di girare di casa in casa.
A casa di Giampiero ascoltai per la prima volta gli
Einstürzende Neubauten. Per lo meno, era la prima volta che li ascoltavo sapendo chi fossero.
Bravo, direte voi, erano in giro da almeno 10 anni, avevano fatto 4 album e Blixa Bargeld suonava coi Bad Seeds da più di 5. Ok, che volete, sparatemi contro. L'avevo ascoltati, mi erano anche piaciuti ma non avevo mai indagato su chi fossero. Prima di internet per ascoltare la musica, almeno quella che non va ogni due per tre sulla radio, o conoscevi qualcuno che ascoltava quella robba li o passavi le giornate in un negozio di dischi ad ascoltare.
Mica facile.
In ogni caso quel gruppo mi prese, forse ero in un momento buono.
Di questo Halber Mensch (1985) voglio solo consigliarvi l'ascolto, io lo trovo buono.
A si, una citazione o due:
"Mezzo uomo, vai avanti, in ogni direzione. Abbiamo stabilito noi le tue verità.
Nelle loro crepe scintillano i nostri trasmettitori.
Di ora in ora trasmettiamo noi i tuoi valori
Vai avanti, ci prendiamo noi cura di te …

"Noi azioniamo i tuoi pensieri. Noi percepiamo per te. Noi ci preoccupiamo per te, così che la tua seconda metà non ti incontri mai…" "Mezzo uomo, guarda la tua seconda metà, che senza alcun motivo si sveglia urlando, si avvicina urlando. Tu non la vedi, completamente rapito dal programma serale". "Mezzo uomo, niente a me, niente a te. Laggiù c’è la Mietitrice, va’ avanti."

Nessun commento: